Cassetto da riordinare

A drawer I collate things in

0 notes

Squarepusher & Z-Machines, Making of Music for robots

Filed under Squarepusher Z Machines


0 notes

Cannonball Adderley with Bill Evans, Venice

Filed under Cannonball Adderley Bill Evans


1 note

Di qui, l’importanza delle dichiarazioni; io voglio incessantemente carpire all’altro la formula del suo sentimento e, da parte mia, incessantemente gli dico che lo amo: niente è lasciato alla suggestione, alla divinazione: perché una cosa sia saputa, bisogna che sia detta; ma anche, appena detta, essa è, molto provvisoriamente, vera.
Roland Barthes, Frammenti di un discorso amoroso

Filed under Roland Barthes


0 notes

Tim Hecker (at Oval Space)

Tim Hecker (at Oval Space)

Filed under Tim Hecker


0 notes

Merzbow + Gustafsson + Pándi trio (at Oval Space)

Merzbow + Gustafsson + Pándi trio (at Oval Space)

Filed under Merzbow Balazs Pandi Mats Gustafsson


0 notes

Io vivo nel regime del troppo o del non abbastanza; avido come sono di coincidenza, tutto ciò che non è totale mi sembra parsimonioso; ciò che io cerco è occupare un luogo da cui non siano più percepibili le quantità, e da cui sia bandito il bilancio.
Roland Barthes, Frammenti di un discorso amoroso

Filed under Roland Barthes


0 notes

Cypher knowledge.

Cypher knowledge.

Filed under Bobbito Garcia


1 note

I just know it’s a very beautiful form, filmmaking, and it incorporates so many other things: music and movement and writing and literature and composition and style and sound and light and so many things that you can’t kill.
Jim Jarmusch, Interview with Daniel Dylan Wray

Filed under Jim Jarmusch Daniel Dylan Wray


1 note

Al tramonto tutte le città sembrano meravigliose, ma alcune più di altre. I rilievi diventano più morbidi, le colonne più rotonde, i capitelli più ondulati, i cornicioni più netti, le guglie più affilate, le nicchie più profonde, gli apostoli più solenni nei loro panneggi, gli angeli più aerei.
Iosif Brodskij, Fondamenta degli incurabili

Filed under Iosif Brodskij


0 notes

Forse l’arte è semplicemente la reazione di un organismo di fronte alle proprie limitate possibilità ritentive.
Iosif Brodskij, Fondamenta degli incurabili

Filed under Iosif Brodskij


0 notes

Soranzo:
Did you but see my heart, then would you swear...
Annabella:
That you were dead.

Filed under John Ford


0 notes

Whiskey and Vinyls night.

Whiskey and Vinyls night.

Filed under Mamiffer


0 notes

Uno dei miei vecchi concetti (le due patrie) è l’insufficienza etnico-storica-economica dell’ambiente italiano allo sviluppo di certe anime e intelligenze che di troppo lo superano. Mio annegamento nella palude brianza. Aneliti dell’adolescenza verso una vita migliore.
Carlo Emilio Gadda, Romanzo italiano di ignoto del novecento

Filed under Carlo Emilio Gadda


0 notes

Nous nous imaginons qu’il [l’amour] a pour objet un être qui peut être couché devant nous, enfermé dans un corps. Hélas! Il est l’extension de cet être à tous les points de l’espace et du temps que cet être a occupés et occupera.
Marcel Proust, quoted in Italo Calvino, Lezioni americane

Filed under Marcel Proust Italo Calvino


0 notes

I’ll change my opinion again tomorrow, but for today, this is the most hauntingly beautiful LP ever recorded.

I’ll change my opinion again tomorrow, but for today, this is the most hauntingly beautiful LP ever recorded.

Filed under Mamiffer Circle Jussi Lehtisalo Mika Ratto Faith Coloccia Aaron Turner Eyvind Kang